Sabato, 25 Settembre 2021

Sequestrati farmaci cinesi anti-Covid: denunciata una donna

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Sequestro di farmaci cinesi, alcuni indicati come anti-Covid, non autorizzati per l'importazione e la vendita sul territorio: denunciata una donna di origine cinese per ricettazione, commercializzazione e somministrazione abusiva di medicinali privi di autorizzazione.

Il fatto è accaduto a Firenze. La Guardia di Finanza ha fermato un'automobile guidata da una cittadina di origine cinese. Dentro il mezzo sono stati trovati diversi medicinali, alcuni dei quali indicati come “anti-Covid”. A questo punto, i controlli si sono spostati a casa della donna. Una pattuglia del “Gruppo tutela mercato capitali del Nucleo di polizia economico-finanziaria” di Firenze è arrivata nell'abitazione dove ha trovato una “piccola farmacia”. Nei vari scatoloni di medicinali, di provenienza cinese, c'erano complessivamente diecimila pillole (non autorizzate) che venivano indicate come efficaci contro il Covid. Oltre a queste, sono state trovate quasi tremila confezioni di sciroppo e bustine granulari per combattere i sintomi influenzali. E, ancora, diversi sacchi con un preparato di erbe (definito anti-Coronavirus). Il commercio dei farmaci sarebbe avvenuto anche con le consegne a domicilio.

Il sostituto procuratore di Firenze Ester Nocera ha disposto il sequestro di tutti i medicinali. Mentre la donna è stata denunciata.

 

Per contattare la redazione scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.