Giovedì, 17 Giugno 2021

La prima nave crociera del 2021 salpa da Genova

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Le flotte da crociera tornano a solcare i mari dopo il fermo totale causato dal lockdown dovuto alla pandemia Covid. È salpata ieri sera la MSC Grandiosa dal porto di Genova, segnando per prima la ripartenza del comparto e dei traffici croceristici nel principale porto d’Italia e del Mediterraneo per il 2021. Prima a partire dopo il lockdown natalizio, l’ammiraglia della flotta MSC Crociere era stata anche la prima a partire lo scorso 16 agosto dopo i mesi del primo lockdown.

Regole ferree per permettere il viaggio in tutta sicurezza, dai distanziamenti sociali alla mascherina obbligatoria nelle aree pubbliche, oltre ad un braccialetto smart in dotazione a tutti i passeggeri per tracciare i contatti più stretti e frequenti lungo il viaggio, onde assicurarsi un riconoscimento agevolato in caso di contagio. È previsto inoltre il tampone per tutti gli ospiti e l’equipaggio prima di imbarcarsi e successivamente a cadenza settimanale. Per quanto riguarda le escursioni nei porti mediterranei, saranno gestiti in sicurezza e permessi solo dentro specifici itinerari protetti.

Leonardo Massa, managing director di MSC Crociere, ha dichiarato: «Siamo consapevoli che gli occhi del mondo continuano ad essere puntati sull'Italia. Un Paese che per primo è riuscito a rimettere in moto un comparto come quello crocieristico, che a livello nazionale vale 14 miliardi di euro e genera occupazione per 120.000 persone, rappresentando così un importante volano anche per altri settori attualmente ancora fermi. Il protocollo ci ha già consentito, tra agosto e dicembre 2020 di portare in crociera in piena sicurezza oltre 30.000 persone, e viene oggi utilizzato come modello per supportare la possibile ripartenza del settore crociere insieme ad altri comparti dell'ospitalità in altri Paesi del mondo».

 

Per contattare la redazione scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.