Sabato, 25 Settembre 2021

La breve illusione di essere un paese serio

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E' durata pochi giorni l'illusione che l'Italia fosse un paese serio, anzi serissimo. Giorni in cui siamo stati capaci di somministrare più e meglio i vaccini persino della ricca, potente e organizzata Germania. E' stata solo una bella e breve illusione: come mostra la grafica della Fondazione Luigi Einaudi la Germania ha ripreso la sua strada verso l'alto, mentre la nostra traiettoria tende pericolosamente ad avvicinarsi a quella della mediterranea Spagna.

Certo la mancanza dei vaccini forniti da Pfizer sta segnando la differenza, anche se non si capisce in questa vulgata come la Germania vi supplisca. Ma non basta a metterci in pace con la coscienza, c'è dell'altro. Anche Astra-zeneca ha già annunciato che non sarà in grado di soddisfare appieno i contratti sottoscritti appena il suo antidoto alla Covid, nonostante lo stesso da due mesi sia usato nel Regno Unito con forniture costanti e copiose. La grama vita fuori dalla felice Unione Europea, sicuramente.

Per non lasciarci mancare nulla, un braccio destro del super commissario Arcuri è stato arrestato per associazione mafiosa. Trattava affari con l'Ndrangheta, così tanto per. Per fortuna dell'uomo di fiducia di Conte però il sempre ottimo Casalino ha tirato fuori dal cilindro la coda della gestione Gallera della sanità lombarda con il pasticciaccio brutto dei dati taroccati in peggio dai tecnici per tenere i lombardi chiusi in casa. Provvidenziale.

Una considerazione conclusiva: in guerra la produzione militare e strategica viene posta sotto il diretto controllo dello Stato per garantire l'approvvigionamento dell'esercito, cui non devono mancare i proiettili quando attacca o viene attaccato. Non che il governo rubi al signor Krupp i brevetti dei cannoni e degli obici per farseli in proprio, ma con poteri speciali di guerra si siede nel suo ufficio in braccio al signor Krupp per verificare che questi si organizzi per soddisfare le esigenze belliche secondo i contratti, eventualmente obbligandolo a far produrre le sue bombarde sotto licenza ad altre fabbriche, se in quelle di famiglie non riesce. Il signor Krupp non ci perde nulla, anzi. Ma neanche l'artigliere Franz, cui i proiettili per la sua postazione di tiro non vengono meno. Fuor di metafora: l'Europa ha circa il 30% della capacità di produzione farmaceutica e chimica mondiale, ora spiegatemi come facciamo a non riuscire a produrre tutti i fottuti vaccini che ci servono?